Laos: restare saldi in Dio a Natale

La settimana prima di Natale, una Chiesa locale in un piccolo villaggio del Laos stava conducendo un culto natalizio quando è giunta sul posto la polizia.
La polizia affermava che la chiesa non avesse i necessari permessi burocratici e che dovessero interrompere il culto immediatamente. Questo fatto stupì molto i responsabili della chiesa dal momento che avevano chiesto i permessi alle autorità locali ben due settimane prima del culto.
I responsabili di chiesa si trovavano davanti a un dilemma: fermare il culto fino a che la situazione si fosse chiarita o continuare rischiando la persecuzione da parte della polizia? Hanno scelto di restare saldi in Dio.
Quando la polizia è stata informata della decisione dei responsabili di chiesa, immediatamente hanno arrestato cinque leader e li hanno portati in prigione, dove sono ancora detenuti oggi. Altri leader di chiesa locali stanno cercando di negoziare con le autorità locali per il loro rilascio. Ormai sono in molti a pensare che il governo centrale del Laos stia istruendo il Ministero dell’Interno e le autorità locali sulle strategie da utilizzare per fermare il movimento cristiano in questi distretti.
Fonte: contatti locali della Missione Internazionale per la Chiesa Perseguitata

Preghiamo per i cinque responsabili di chiesa che sono attualmente in prigione, che il Signore possa dare loro coraggio e forza durante questo periodo
Preghiamo per la chiesa, che la loro fede nel Signore possa essere accresciuta e amplificata durante questi tempi difficili di tempesta
Preghiamo per il Laos e i suoi credenti, che Dio possa dare loro pace e saggezza durante le prove e le persecuzioni